Lista degli Artisti

Marcello Morandini

Foto Marcello Morandini

Nasce a Mantova il 15 maggio 1940. Si trasferisce a Varese nel 1947. Frequenta la Scuola d'Arte di Brera a Milano, città dove lavora anche come aiuto designer per un'industria e come grafico per uno studio professionale. Sono del 1962 i primi disegni legati alla sua ricerca artistica. Nel 1964 inizia le prime opere tridimensionali, esposte nella sua prima mostra personale a Genova nel 1965, curata da Germano Celant. Nel 1967 inizia le prime esposizioni più impegnative a Milano, Francoforte e Colonia. Nello stesso anno è invitato alla "IX Biennale" di San Paolo in Brasile. Nel 1968 è invitato con una sala personale nel padiglione italiano, alla "XXXIV Biennale Internazionale d'arte" di Venezia. Nel 1969 è invitato a rappresentare l'arte italiana a Bruxelles, nell'ambito delle manifestazioni di "Europalia".

Nel 1970 inizia una collaborazione con il gallerista Carl Laszlo di Basilea; con lui nasce l'importante esposizione del 1972 alla Kestnergesellschaft di Hannover. Nel 1974 realizza il progetto di una piazza del diametro di 30 metri, per il centro commerciale INA di Varese. Nel 1977 è invitato a "Documenta 6" di Kassel. Organizza presso i Musei Civici di Varese il secondo "Simposio Internazionale di studi di arte costruttiva" con H. Heinz Holz. Nel 1978 allestisce altre sei sue esposizioni personali in musei in Italia, Austria, Svezia e Germania. Nel 1979 ha la prima delle tre esposizioni personali a lui dedicate dal Wilhelm-Hack-Museum di Ludwigshafen, le altre due seguiranno nel 1994 e nel 2005.

Nei primi anni ottanta inizia una lunga collaborazione con gli studi di architettura Mario Miraglia di Varese e Ong & Ong di Singapore, dove rimane lunghi periodi, per alcuni importanti progetti di architettura, come il Goldhill Center di 38 piani. Nel 1982 è invitato con Attilio Marcolli a "documenta urbana" a Kassel e nello stesso anno riceve una borsa di studio dal DAAD, per un soggiorno di tre mesi a Berlino. Nel 1984 realizza la sua prima esposizione di arte e design al Museo della Ceramica a Cerro di Laveno, Varese. Nello stesso anno è invitato in Giappone; iniziano in questo periodo contatti personali con studi di architettura, visite in alcune università ed esposizioni in diversi musei, curate dall'editore e gallerista Masaomi Unagami di Tokyo. Sempre nel 1984 progetta in Germania la facciata di 220 metri della fabbrica di porcellane Thomas a Speichersdorf. Nel 1985 organizza tre importanti esposizioni, la prima all'Axis Gallery di Tokyo, poi una retrospettiva al Museo di Bochum e una a Verona, al Museo di Castelvecchio. Nel 1986-1987 continua la sua attività espositiva nei musei di Darmstadt, Düsseldorf, Mannheim, Helsinki. Il 1987 è anche un periodo di grande collaborazione con la società Rosenthal di Selb per la quale studia la facciata di 64 metri del nuovo edificio amministrativo. Nel 1988 Peter Volkwein, direttore del Museo di Ingolstadt, gli commissiona il progetto di una scultura di 40 metri, come simbolo esterno del museo.

[Read more]

Nel 1991 trascorre un lungo periodo a Kuala Lumpur, in Malaysia, per progettare l'architettura di un edificio commerciale di 34 piani. Nel 1993 ha la prima importante mostra antologica abbinata di arte e design al Museo Die Neue Sammlung di Monaco che esporrà l'anno successivo a Lisbona al Palacio Galveias per "Lisbona capitale europea della cultura". Dal 1994 è membro della giuria del Design Center di Essen. Nello stesso anno assume l'incarico di presidente del Museo Internazionale di Design Ceramico a Cerro di Laveno, Varese, incarico che manterrà per tre anni. Dal 1995 al 1997 è docente di arte e design all'Accademia estiva di Salisburgo. Dal 1997 al 2001 è visiting professor all'Écal di Losanna. Nel 1998 nasce sua figlia Maria Enza, da allora concentra maggiormente il suo lavoro a Varese, città che nel 2000 gli dedica un'importante retrospettiva nel suo museo e un catalogo edito da Charta, Milano.

Nel 2000 inizia una collaborazione con "Abitare Baleri" di Bergamo, studiando una collezione di mobili per la casa. Nel 2003 è docente all'Accademia di Brera di Milano. In Svizzera tiene lezioni alla scuola superiore orologiera HEAA di La Chaux-De-Fonds. Dirige la Sommerakademie a Plauen per il risanamento del parco Martin Lutero. A partire dallo stesso anno è presidente dell'Associazione Liberi Artisti della Provincia di Varese. Nel 2004 è coordinatore del progetto "Vivere Venezia 3" all'Università IUAV di Venezia. Su commissione del Wilhelm-Hack-Museum, progetta una grande scultura di 10 metri per la piazza adiacente al museo. Viene eletto membro onorario del Royal Designer for Industry di Londra. Nel 2005 allestisce in Germania un'importante esposizione antologica di arte e design, all'Europäisches Industriemuseum di Plößberg e al Fürstenberg Museum. Inaugura con una sua mostra personale il nuovo Ritter Museum a Waldenbuch. Nello stesso periodo inaugura il suo progetto per piazza Montegrappa a Varese. Nel 2007 progetta l'architettura del centro culturale "Das kleine Museum" a Weissenstadt in Germania. Nel 2008, concomitante alla Biennale di Architettura, il Museo Ca' Pesaro di Venezia allestisce una sua importante esposizione, che sarà poi integrata ed esposta l'anno successivo al Neues Museum di Nürnberg.

Nel 2010 inaugura una sua scultura di 11 metri, come simbolo dell'Europäisches Industriemuseum di Plößberg, in omaggio a Philip Rosenthal. Fonda a Varese "Artparty" per la cultura sul territorio. Inaugura una sua retrospettiva alla Casa del Mantegna a Mantova. Nel 2013 partecipa alla Biennale Internazionale di Scultura di Racconigi. Nel 2014 si dedica alla progettazione di due importanti esposizioni personali, al Museo Nazionale di Bayreuth, in Germania e alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma. Nel 2015 partecipa in Germania a tre esposizioni dedicate a tre temi culturali: a München alla galleria Renate Bender con la mostra dal titolo "Black and White", a Waldenbuch al Museum Ritter "Ein Quadrat ist ein Quadrat" e a Konstanz alla Galerie Geiger per il 40° anniversario della galleria. Poi altre tre esposizioni su temi diversi a Varese: al castello di Masnago a Lugano, alla Cortesi Gallery e al Museum of Art di Fukuyama, in Giappone. Durante l'anno 2016 ha voluto sperimentare la realizzazione di nove differenti esposizioni personali in gallerie private: in Italia a Venezia, Milano, Bologna e Verona, in Austria a Graz e Vienna, in Germania a Costanza, più la presenza in due mostre personali in fiere d'arte a Verona e a Padova. Durante il 2016 si è concretizzata inoltre la collaborazione con Marco Orler nata da una reciproca stima personale. Queste esposizioni sono state progettate per spazi diversi al di fuori di considerazioni di solo prestigio, ma ognuna importante per conoscere luoghi, modi, valori umani e professionalità differenti. Il 2017 non avrà una continuità con le gallerie del 2016 ma vedrà il primo importante impegno espositivo con il Museo MaGa di Gallarate dall'11 marzo al 30 luglio dove avrà modo di ufficializzare la sua Fondazione/Museo Marcello Morandini. Attualmente si occupa della sua fondazione, nata nel mese di dicembre 2016, e della ristrutturazione della sua sede in Varese che sarà operativa, anche come museo, alla fine dell'anno 2018 e della realizzazione dell'impegnativo volume autobiografico/catalogo ragionato.

È in corso fino alla fine di aprile 2018 un'importante esposizione personale alla Scuola Grande della Misericordia di Venezia.

Mostre personali:

2017
Nefes – L'alchimia di un soffio, a cura di A. Redaelli, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
Moon zoo + Sciamane – Elena Monzo e Annalù, a cura di C. G. Artese, Gilda Contemporary Art, Milano (IT)
Hagakure, Spazio Artè, Lugano (CH)
Annalù, Four Season Sheraton, Shenzhen (CN)

2016
Frozen Istant, a cura del Consolato Italiano a Hong Kong e di Parkview Art, Parkview Art Gallery, Hong Kong (HK)
A Drop of Sunshine in cold Water, Gallery on Fifth, Naples, Florida (US)

2015
Frozen Moment n.2, GT Land Plaza, Central Guangzhou (CN)
Flavors of Art, Conrad Hotel, Hong Kong (HK)
Simulacri, Galleria Gagliardi, San Gimignano, Siena (IT)
Frozen Moments, Parkview Art Gallery, Hong Kong (HK)
2014 Liquida - TransApparenze, Galleria Davico, Torino (IT)
Annalù, Lumi Hotels, Taichung (RC)

2013
Codex, Galleria Gagliardi, San Gimignano, Siena (IT)

2012
De rerum natura, Galleria Gagliardi, San Gimignano, Siena (IT)
Come la nave galleggia sull'acqua così la terra, Castellano Arte Contemporanea, Castelfranco Veneto, Treviso (IT)
Artexpo Arezzo, Stand Galleria RestArte, Arezzo (IT)
Taking Flight, Flagship Store, San Francisco, California (US)
Annalù, Laber Show room, Pesaro Urbino (IT)

2011
Le voyage imaginaire, Wannabee Gallery, Milano (IT)
Incontro, Open Space Lavinia Turra Show Room, Milano (IT)

2010
Rêverie, Galleria Forni, Bologna (IT)
L'Historie de l'Eau, Zaion Gallery, Biella (IT)
Il Filo del Pensiero: l'Arte sotto il Segno della Bellezza, Palazzo del Governo, Siracusa (IT)
Aqua, Wannabee Gallery (IT)
Aqua, Gaming Hall Jesolo, Venezia (IT)
Annalù Boeretto, Chris Trueman, Hogan Brown, Dac Gallery, Los Angeles, California (US)
Annalù, Bontempi Design Show-room, Los Angeles, California (US)

2009
CONsidera DESidera, Chiesa di San Salvador, Venezia (IT)
Tracce Alate, Spazio Juliet, Casier, Terni (IT)
Opere Annalù, Modern Living, Los Angeles, California (US)
Premio Speciale Scultura, Galleria Terzo Millennio, Venezia (IT)
Fluttuazioni, Galleria Forni, Ragusa (IT)

2008
Blooming on the Loom, Spazio Revel Quartiere Isola, Milano (IT)
Sui Passi Alati di Hermes, Galleria Zaion Gallery, Biella (IT)
Tales from Flying Oceans, Venice Desing Art Gallery San Samuele, Venezia (IT)
Phada Murgania: Ascension, ex chiesetta di Sant'Antonio, Treviso (IT)

2007
Sky the Limit, Galleria Polin, Treviso (IT)
AtmoSphere, Galleria Civica Comunale, San Donà di Piave, Venezia (IT)

2006
Hyperballad, Venice Design Art Gallery San Samuele, Venezia (IT)

2005
Architetture dell'Immaginario, Paparazzi Art Gallery, Fabbrica Eos, Milano (IT)
I can fly, Galleria Radar, Venezia (IT)

1999
L'Immagine della Parola, Galleria Round Midnight, Venezia (IT)

Mostre collettive:

2017
Scope Miami Beach, Ranson Gallery Londra, Miami (US)
17th Edition, Galerie Bartoux Normandy, Honfleur (FR)
GrandArt, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Milano (IT)
ArtVerona, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Verona (IT)
50 Anni, Galleria Forni, Bologna (IT)
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2017, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
PaviArt, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Pavia (IT)
Spring Time, Galleria Forni, Bologna (IT)
Collective show, Galerie Bartoux, Cannes e Saint Paul (FR)
Opening, Bravo Group Gallery, Shenzhen (CN)
Scope New York, Metropolitan Arts & Antiques Pavilion, Ranson Gallery Londra, New York (USA)
ArteGenova, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Genova (IT)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)
MAM Mostra a Milano, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Milano (IT)

2016
Art For Excellence, Archivio di Stato, Torino (IT)
5 Anni | Classico Contemporaneo, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
ART.FAIR Cologne, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Cologne (DE)
Alma Materia, ExCarceri di Nola, Napoli (IT)
T'innamorerai senza pensare, Circolo dei lettori, Torino (IT)
Biennale di Salerno, Palazzo Fruscione, Salerno (IT)
ArtVerona, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Verona (IT)
Collezione MACS sezione italiana, Museo Macs, Catania (IT)
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2016, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
Medulla, Performance presso Studio Cera Rosco, Piacenza (IT)
Prologue, Spazio MR, Roma (IT)
CrashTaste, Spazio MR, in collaborazione con Sole 24Ore e Business School ed Eventi, Roma (IT)
Solo Scultura, Galleria Forni, Bologna (IT)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)
The Art of the Food Valley, Palazzo Pigorini, Parma (IT)

2015
L'evoluzione della materia, Castello di Nelson, Bronte, Catania (IT)
Macrocosmi, The Ballery Gallery, Berlino (DE)
Displacement, Evasioni Art Studio, Roma (IT)
Art for Excellent, Galleria Davico, Torino (IT)
The Art of Food Valley, Galleria Rezarte per Expo 2015, Reggio Emilia (IT)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)
Macrocosmi, Concept Contemporary, Bologna (IT) e Berlino (DE)

2014
Femminile Plurale: Lo spazio del Sogno, Palazzo Pirola e Galleria Biffi Arte, Piacenza (IT)
Opening Chinese and Western Contemporary and Modern Art, Park View Fine Arts, Hong Kong (HK)
Aliens, Casa dell'Ariosto, Ferrara (IT)
Affordable Hong Kong, Flame Gallery Hong Kong, Hong Kong (HK)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)

2013
L'arte del tempo di mezzo, Palazzo Trigona, Noto, Siracusa (IT)
Finché la barca va, Galleria Forni, Bologna (IT)
Eros, Villa Olmo, Como (IT)
Ubi Terrarum, Museo Castello di San Pietro in Cerro, Piacenza (IT)
Aliens, Palazzo Vernazza, Lecce (IT)
Aliens, Galleria MAG, Como (IT)
Veneto Today, Galleria RezArte, Reggio Emilia (IT)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)

2012
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)
Veneto Today, Galleria RezArte, Reggio Emilia (IT)
Aliens, Galleria MAG, Como (IT)
Waste: c'era una volta il rifiuto, Spazio Montana, Milano (IT)
Out of the blue, Galleria Forni, Bologna (IT)
Aemilia Artquake: l'arte della solidarietà, Chiostri di San Domenico, Reggio Emilia (IT)
Roma Contemporary, Galleria Forni, Roma (IT)
San Francisco Art Fair, San Francisco, California (US)
Arte Accessibile, Wannabee Gallery, Milano (IT)
ArtFactory Catania, Galleria Forni, Catania (IT)
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna (IT)
Collettiva, Galleria RestArte, Bologna (IT)
Affordable Art Fair, Galleria RestArte, Milano (IT)
Annalù, Lavinia Turra, Mister Gal show room, Bologna (IT)

2011
Discorsi Visivi 2, Rocca dei Rettori, Benevento (IT)
Fiera di Padova, Wannabee Gallery, Milano (IT)
AquAquae: Premio Arte Rugabella, Villa Rusconi, Castano Primo, Milano (IT)
54° Biennale di Venezia, iniziativa promossa da Padiglione Italia alla 54° Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia per il 150° dell'Unità d'Italia, Villa Contarini, Piazzola sul Brenta, Padova (IT)
Elephant Parade, Palazzo Reale e Museo di Storia Naturale, Milano (IT)
La vita in una Battuta - artisti per Una Mano Alla Vita, Wannabee Gallery e Christie's, Spazio Citylife, Milano (IT)
@lfabetiuno, Officina Solare Gallery, Termoli, Campobasso (IT)
Les Arbres, Galleria Forni, Bologna (IT)

2010
ArtVerona, Galleria Forni, Verona (IT)
OPEN2010, installazioni Lido di Venezia, Mostra del Cinema di Venezia, Venezia (IT)
Discorsi Visivi, Rocca dei Rettori, Benevento (IT)
30 Gradi: il Mare attraverso lo Sguardo di dodici Artisti, Spazio Forni, Ragusa (IT)
Aer, Museo Archeologico, Palazzo d'Avalos, Vasto, Chieti (IT)
Locus Animae, Palazzo del Turismo, Jesolo, Venezia (IT)
Mare Nostrum, Galleria Forni, Bologna (IT)
Socializing through Internet, Accademia di Brera, Milano (IT)
Incontri Casuali, Zaion Gallery, Biella (IT)
AiutHaiti, serata di beneficenza a favore della Fondazione Rava N.P.H Italia Onlus, Spazio Revel, Milano (IT)

2009
Illumination of the Soul, Art Fusion Gallery, Miami, Florida (US)
50+10, Un Decennio di Attività nelle Esposizioni di Land Art, PaRDes, Mirano, Venezia (IT)
One Foot Show, SDAI, San Diego Art Institute: Museum of the Living Art, San Diego, California (US)
Regional Show, SDAI, San Diego Art Institute: Museum of the Living Art, San Diego, California (US)
MOYA, Annuale 2009, Museum of Young Art, Vienna (AT)
Seven Italian Artists, Girello Gallery, San Diego, California (US)
Collettiva Aiap, Le Cheval du Sable, Parigi (FR)
…E lucean le Stelle…, 2009 Miniartextil Cosmo, Chiesa di San Francesco, Como (IT)
Another Break in the Wall, Wannabee Gallery, Milano (IT)

2008
Arte tra i Piedi, Wannabee Gallery, Milano (IT)
Arte tra i Piedi, serata di gala, Arena di Milano in collaborazione con Wannabee Gallery, Milano (IT)
YEA, Fiera d'Arte Contemporanea, Wannabee Gallery, Roma (IT)
Dance with Me, Wannabee Gallery, Milano (IT)
Salone Internazionale del Mobile di Design, Capod'opera, Milano (IT)
Translands, Castello di San Pietro in Cerro, MIM: Museo d'arte Contemporanea, Piacenza (IT)
Love, Palazzo Ducale di Pavullo nel Frignano, Pavullo nel Frignano, Modena (IT)
Sex Toys, Wannabee Gallery, Milano (IT)
Collettiva di Apertura Spazio Forni, Galleria Forni, Ragusa (IT)
Flowers, Spazio Forni, Ragusa (IT)
Bestiario d'Artista, Museo di Santa Caterina, Treviso (IT)

2007
Art First, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea, Fondazione d'Ars e MIM Museo in Motion, Bologna (IT)
Animals, Galleria Barbara Mahler, Casa Arminio + UBS, Lugano (CH)
Virginia Woolf: una Stanza tutta per Te, Antico Palazzo della Pretura di Castell'Arquato, Piacenza (IT)
The Desert Generation, Ha'Kibbutz Art Gallery, Tel Aviv + The Artists House, Gerusalemme (IL)
Genius Loci: i Giardini Segreti di Venezia, Cà Cappello, sede Beni Culturali, Venezia (IT)
ArtVerona, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea, Galleria Venice Design, Verona (IT)
Mini>Maxi, Galleria La Cuba d'Oro, Roma (IT)

2006
Verde Materia, Filanda di Parco Romanin Jacur, Salzano, Venezia (IT)
Arte di Sottobosco: Micologiche & Saprofiti, Parco PaRDeS, Laboratorio di ricerca d'arte contemporanea, Mirano Vernezia (IT)
ArtVerona, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea, Galleria Venice Design, Venezia (IT)
5+5 Generazioni a confronto, Studio D'Ars, Milano (IT)
Artissima13, PAN.ARCHIVE, Torino (IT)
Venezia, Galleria Santo Stefano, Venezia (IT)

2005
Giornate(r)esistenti, Villa Pisani, Treviso (IT)
Deterritorializzazione, Rocca Paolina, Perugia (IT)
Marea Sigiziale, Hotel La Fenice et des Artistes, Venezia (IT)
Geminaemusae, Museo di Storia Naturale di Venezia & GAI Venezia, Venezia (IT)

2004
Il Sentimento della Natura, Teatro Verdi, Cesena, Forlì-Cesena (IT)
Dinamiche del Volto, Palazzo Ducale, Pavullo nel Frignano, Modena (IT)
La Sostenibile Leggerezza dell'Essere, Fiera Ecomondo, Fiera di Rimini, Rimini (IT)

2003
Due, Club Malvasia Vecchia, Venezia (IT)
aTHEMA RiFLESSi, Palazzo delle Esposizioni, Fano, Pesaro e Urbino (IT)
Il Giardino degli Inganni, Giardini del Baraccano, Bologna (IT)
Chi è la più Bella del Reame?, Palazzo Vasquez, Solarino, Siracusa (IT)
Exit 8 Culture up, ex mercato ortofrutticolo, Bologna (IT)

2002
Progetto Voce, Laboratorio, Archivio Giovani Artisti, Venezia (IT)
Invicta, Fabbrica Invicta, Montebelluna, Terni (IT)

2001
MARKERS: an Outdoor Banner Event of Artist and Poets for Venice Biennale 2001, giovani artisti italiani in Biennale, Venezia (IT)
Figurazione, Galleria Paolo Nanni, Forlì Cesena (IT)

2000
Contemporanea, Ferentino Dentro & Fuori, Carcere S. Ambrogio, Ferentino, Frosinone (IT)
Ultra Segno, Fondazione Villa Benzi Zecchini, Montebelluna, Terni (IT)

1999
Biennale Internazionale Ritualia: "I miti dell'arte", Segnalazione Giuria, Accademia Vesuviana di Tradizioni Etnostoriche, Somma Versuviana, Napoli (IT)
La Cuba d'oro, Galleria Maurizio Marchesi, Roma (IT)
XXVII Biennale di Alatri d'Arte Contemporanea, Alatri, Frosinone (IT)
Idea e Progetto: "Le magie della ceramica", Museo Civico della Ceramica, Nove di Bassano, Vicenza (IT)
Biennale Internazionale della Moda: I Racconti del Cuscino, Zitelle Giudecca, Venezia (IT)
Percorsi d'Arte, Galleria d'Arte Moderna, Bologna (IT)

1998
La Cuba d'Oro, Galleria Maurizio Marchesi, Roma (IT)

1997
La Cuba d'Oro, Galleria Maurizio Marchesi, Roma (IT)
Nuove Figure II Edizione, Galleria Materia Prima, Venezia (IT)

1995
Signori si parte 2, Istituto Comunale d'Arte "Dosso Dossi", Ferrara (IT)

Premi:

2016
Vincitrice del 1° Premio Zaha Hadid, Biennale di Salerno, Salerno (IT)

2012
Vincitrice del 1° Premio Opera Le vie dell'acqua, Chiostro della Biblioteca Oriani, Ravenna (IT)
Vincitrice del 1° Premio Opera Le vie dell'acqua, Magazzini del Sale, Cervia, Ravenna (IT)

2011
Vincitrice Premio Ora, Associazione culturale Radar, San Donà di Piave, Venezia (IT)

2008
Cammina con l'Arte: Vincitrice del Primo Premio Stonefly, nell'ambito della mostra dall'Accademia alla Fornace, Fornace di Asolo, Terni (IT)
Vincitrice di tre Premi Speciali per la Sezione Scultura, Premio Arte Laguna, Fondazione Benetton, Palazzo Bomben, Treviso (IT)

2007
Vincitrice di due Premi Speciali, Premio Arte Laguna, Museo di Santa Caterina, Treviso (IT)

2006
Pagine Bianche d'Autore, Premio e Segnalazione Giuria per il Veneto (IT)
Il Giardino delle Forme, Premio Arturo Martini, Scultura Veneta Contemporanea, chiostro della chiesa di S. Francesco, Treviso (IT)

Alessandra Redaelli

Dolores nagatani. Il canto mistico della terracotta.

Ho conosciuto Dolores nagatani un anno fa, quando ho avuto la fortuna di curare una sua mostra. Ne avevo ben presente il lavoro, ma entrare in contatto con lei è stato fondamentale per capirne la portata. Quella mostra – e più in profondità quell'incontro – è stata un'esperienza artistica e mistica nella stessa misura. Mistica nel senso più ampio. Dolores possiede una fede religiosa tenace e ne ha fatto un punto centrale della sua vita. Ma non è così semplice. Il misticismo che emana dalle sue opere va al di là di questo. Al di là dell'iconografia di una – pur potentissima – Via Crucis. Quello che si respira davanti alle terrecotte sofferenti, estenuate, straziate da ferite che nessun chirurgo potrà mai suturare, è il risultato di un dialogo intenso e profondo che l'artista intrattiene con se stessa fin da giovanissima, di una sua personale ascesi che il miracolo della creazione artistica le consente di condividere con noi e che noi avvertiamo limpidamente davanti al suo lavoro. Donna di sensibilità finissima, capace di straordinaria empatia di fronte alla sofferenza – come se il suo nome l'avesse in qualche modo predestinata – si è dedicata all'arte, all'inizio, per sublimare un dolore in un suo dialogo personale con la materia e con il destino. Così personale da fare sì che per vent'anni (vent'anni!) le sue terrecotte restassero solo sue, una sorta di diario segreto. Poi però, piano piano, quel dialogo si è allargato. Semplicemente qualcuno le ha fatto capire che la sua voce andava oltre, che poteva – doveva – essere condivisa. E quella sorta di discorso privato si legge tra le righe soprattutto nei primi lavori: corpi emaciati, contorti dal dolore, e visi rivolti al cielo. Se all'inizio la materia era lisciata, domata, resa in qualche modo più "gradevole", con il tempo Dolores ha trovato nelle scabrosità della terracotta, nella sua intrinseca ruvidità, la propria voce più autentica. Ecco allora il periodo dei torsi, figure quasi astratte dove la materia si spalanca in ferite strazianti, stratificate, spesso rafforzate da cromatismi sanguigni. Le opere più recenti, oggi, raccontano invece il cammino dell'umanità in fasci di figure erranti. Piccole o grandissime, raccolte in folle o in gruppi sparuti, caparbiamente orientate verso un unico punto o sperdute, ma sempre con lo sguardo rivolto al cielo in una muta, struggente preghiera. Al contempo, negli anni, l'artista è andata sempre più riducendo il dato reale a favore di una stilizzazione estrema. Il corpo non è più che una striscia di materia, il viso è ora solo una mezzaluna; in un togliere e semplificare che l'ha portata a svelare l'essenza, a scolpire l'anima. Solo la voce appare immutabile nella sua preghiera, mentre la terracotta, ancora, a tratti si spalanca, spezza la continuità, si apre in ferite ruvide, che solo il canto mistico – forse – potrà guarire.

opere dell'artista