Artists list

Nicola Nannini

Foto Nicola Nannini

Artist of seductive painting, profoundly tied to tradition, Nannini tackles thematic cycles ranging from the cataloging of human and urban typologies to landscapes of broader and more lyrical breadth, marked by an almost contradictory ambivalence, but aware of symbolist (or romantic) needs on the one hand and rationalistic aspirations on the other; in the desire to clearly catalogue the surrounding environment and its peculiarities.

Nicola Nannini was born in Bologna in 1972. After classical studies he graduated from the Bologna Fine Arts Academy with the highest marks. From 1994 to 2018 he was a drawing and figure teacher at the Cento Artisan School of Art, and since the early 2000s he has been professor of painting at the Cignaroli Academy of Verona. His institutional studies completed, he conducted his own training independently through contact with the works of great masters of Italian and European art, from which he assimilated the techniques of painting. These instances merge in his works, where the constant dialogue with his own cultural education is an integral part of the poetry. Protagonist of many solo and group shows in Italy and abroad, he has exhibited in private galleries, public museums and foundations. He lives and works between Bologna and Vicenza.

CATALOG
Solo shows:

2019
Nowhere, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese

2018
Figures and landscapes, a cura di F. Baboni in collaborazione con Galleria Annovi (Sassuolo).
Museo il Correggio, Palazzo dei Principi, Correggio (RE)
La geografia dell'altrove, a cura di F. Basile. Galleria Il Ponte 04, Pieve di Cento (BO)

2017
Attraverso la notte, a cura di R.Cresti, Galleria le Muse, Andria (BT)

2016
Le declinazioni del paesaggio. Da bianco neve a nero notte, Galleria Forni, Bologna.
Arte Fiera Karlsruhe, Galleria Forni, Bologna.
Continuo presente. Guercino, Bonzagni, Nannini, a cura di F.Gozzi, Galleria d'Arte Moderna "Aroldo Bonzagni", Cento (FE)
Prove di immagine, Galleria Annovi, Sassuolo (MO)
Landschaften - Ansichten une Facetten, in collaborazione con Galleria Forni (Bologna), Museo Civico di Chiusa (BZ).
I Muri Del Tempo, a cura di Roberto Cresti, Festival della Letteratura di Pordenone, galleria d'Arte Hippocratica, Pordenone

2015
Golem. Installazione. Museo Diocesano d'Arte, San Fermo Maggiore, Verona. La notte e altri viaggi, a cura di M.Fazzini, in collaborazione con Galleria d'Arte Nino Sindoni (Asiago), Museo Diocesano d'Arte S.Fermo Maggiore, Verona. La notte e altri viaggi, a cura di M.Fazzini, Galleria d'Arte Nino Sindoni, Asiago ( VI )
Nicola Nannini. People, a cura di G.Campanini, Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita, Bologna.
La calligrafia della neve, a cura di N.Nannini e N.Sindoni, Galleria d'Arte Nino Sindoni, Asiago (VI).

2014
Passaggio a Krumau. Omaggio a Schiele, a cura di R.Cresti, Galleria Forni, Bologna. Golem. Installazione. Associazione Culturale Il Ponte, Pieve di Cento ( BO ).

2013
La grande pianura: visioni, Banco Desio, courtesy Galleria Forni, Bologna.
Opus, Performance, opera di N.Nannini, musiche di T.Pedriali, Teatro Nuovo, in collaborazione con ArteFiera, Verona.

2011
Gianluca Corona, Nicola Nannini - Di Cielo e di Terra. La Grande Pianura, a cura di V. Cwalinski, Galleria Forni, Bologna.
House land, a cura di L.S.Turrini, Annovi arte contemporanea, Sassuolo (MO).

2010
Fashion Week, in collaborazione con WP (Work in progress, Bologna) New York. Work in progress, WP Store, Parigi. Milano Moda Donna, WP Store, Milano.
Landscapes, Smelik & Stokking Galleries, L'Aja.

2009
Backdrop houses, Studio Forni, Milano.
Nicola Nannini, Spazio 6, Verona.

2008
Nuda Veritas, a cura di G. Campanini e R. Cresti, Museo della Sanità, S. Maria della Vita, Bologna.
Nicola Nannini, opere scelte, Banca Centro Emilia (BCC), Courtesy Annovi Arte Contemporanea, Carpi (MO).
Gli ultimi silenzi, a cura di G. Cerioli, Galleria Le Muse, Andria (BA).

2007
Nicola Nannini, Smelik & Stokking Galleries, L'Aja. Nicola Nannini, Smelik & Stokking Galleries, Rotterdam. Nuda Veritas, a cura di G. Campanini e R. Cresti, Galleria Forni, Bologna.
Notturni, Galleria Il Segno, in collaborazione con Annovi Arte Contemporanea, Brindisi.

2006
Nuovo evo, gli uomini e gli accessori nell'epoca dell'insicurezza, Annovi Arte Contemporanea, Sassuolo (MO).

2005
Nicola Nannini, opere recenti, Galleria Il Tempietto, Brindisi.

2004
La notte, le piazze, la figura, a cura di R. Cresti, Chiesa di Sant'Apollinare, San Giovanni in Persiceto (BO).
Divertissement, a cura di G. Campanini, Associazione Culturale Il Ponte, Pieve di Cento (BO).

2003
Nicola Nannini, a cura di F. Basile, Galleria Forni, Bologna.
Nicola Nannini, a cura di A. Agazzani, Galleria Le Muse, Andria (BA).

2002
Matite, a cura di G. Campanini, Sala della Partecipanza e Pinacoteca Civica, Pieve di Cento (BO).

2001
Nicola Nannini, a cura di L. Scardino, Sala Orsatti, Ferrara. Notturni, a cura di A. Agazzani,
Spazio Bocca in Galleria, Galleria Vittorio Emanuele II, Milano.
Vedute su carta, Artecornice, Bondeno (FE).

2000
Nicola Nannini, a cura di R. Cresti, Castello della Rocca, Cento (FE). Nicola Nannini, opere, Sasso Marconi (BO). Nicola Nannini, opere, Székesfehérvàr (Ungheria).
Grandi Notturni, a cura di G. Campanini, Museo delle Generazioni Italiane del '900 G. Bargellini, Pieve di Cento (BO).

1998
Carte, Associazione Colors, Ferrara.

1996
Ritratti ed altre cose, Associazione Colors, Ferrara.

1995
Diario di un contemplatore, Auditorium San Filippo Neri, Cento (FE).

1993
Suggestioni di poesia, Auditorium San Filippo Neri, Cento (FE).

Group shows:

2019
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni Bologna.
Arte Fiera Karlsruhe, Galleria Forni Bologna.

2018
<20 15x15/20x20, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni Bologna.
Arte Fiera Karlsruhe, Galleria Forni Bologna.
Visioni, Galleria Annovi, Sassuolo (MO)
Dedalo, l'ombra del padre Galleria Le Muse, Andria (BT)

2017
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni Bologna.
Arte Fiera Karlsruhe, Galleria Forni Bologna.
Arte Fiera Vicenza, Galleria d'arte Nino Sindoni, Asiago (VI).
Arte Fiera Padova, Galleria d'arte Nino Sindoni, Asiago ( VI ).
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna.

2016
<20 15x15/20x20, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.

2015
Arte Fiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
Arte Padova, Galleria d'Arte Nino Sindoni, Asiago (VI).

2014
Lille Art Up, Grand Palais, Galleria Forni, Bologna.
Arte Fiera Karlsruhe, Galleria Forni, Bologna.
Water Views, Paesaggisti all'acquerello del XXI secolo, TheArtsBox Associazione Culturale, Vicenza.
Spoon River, dieci artisti per Edgar Lee Masters, a cura di Marco Fazzini e Galleria Le Muse, Andria (BT), Festival Della Letteratura, Pordenone.
Arte Padova, Galleria d'Arte Nino Sindoni, Asiago.

2013
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
ArteFiera Strasburgo, Galleria Forni, Bologna.
Spoon River, dieci artisti per Edgar Lee Masters, a cura di Marco Fazzini, Galleria Le Muse, Andria (BT).
64° Premio Michetti, palazzo San Domenico, Francavilla al Mare (CH)

2012
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna

2011
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
Landscape, Stadtmuseum klausen, courtesy Galleria Forni, Bologna. Chiusa (BZ).
Finis Valtellinae, a cura di G. M. Prati e P. Lesino, Palazzo Pretorio, Sondrio.
Collezione 7x11. La poesia degli artisti, a cura di M. Fazzini, Festival Della Letteratura, Pordenone.
Il Mito del Vero - Situation, a cura di G. M. Prati e P. Lesino in collaborazione con Provincia di Milano, Spazio Guicciardini, Milano. 54° Biennale di Venezia, padiglione Emilia Romagna, a cura di V. Sgarbi e P. Daverio, Palazzo Fava, Bologna.
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna.

2010
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna.
Premio Arciere, a cura di V. Sgarbi, Sant'Antioco (CI).
Festival dei due mondi, a cura di V. Sgarbi, Spoleto.
Il Mito del Vero, Fondazione Durini, Milano.
Il Ritratto Il Volto, a cura di G. M. Prati e P. Lesino, Spazio Guicciardini, Milano.
Collezione 7x11. La poesia degli artisti, a cura di M. Fazzini, Fondazione Tito Balestra, Longiano (FO).
Collezione 7x11. La poesia degli artisti, a cura di M. Fazzini, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Vicenza.

2009
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
Fragile, handle with care, Castello di Spezzano, Annovi Arte Contemporanea e Bonelli lab, Fiorano (MO).
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna.

2008
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
Architetture sensibili, Castello di Rivara, Centro d'Arte Contemporanea, Rivara (TO).
ArteFiera Verona, Galleria Forni, Bologna.

2007
Arte a Bologna, generazioni a confronto, a cura di F. Basile, Galleria Graphique, Bologna.
Arte Italiana, 1968 - 2007, Pittura, a cura di V. Sgarbi, Palazzo Reale, Milano.
58° Premio Michetti, Nuovi Realismi, a cura di M. Sciaccaluga, Palazzo San Domenico, Francavilla al Mare (CH).
ArtLondon Londra, Smelik & Stokking Galleries (L'Aja, Rotterdam, Amsterdam).
Nuovi realismi, a cura di V. Sgarbi, Padiglione Arte Contemporanea (PAC), Milano.

2006
Sui generi, figure in posa, a cura di A. Agazzani, Galleria Le Muse, Andria (BA).
XXXIII Premio Sulmona 2007, Sulmona (AQ).

2005
Sui generi, paesaggi in posa, a cura di A. Agazzani, Galleria Le Muse, Andria (BA).
Altre figurazioni, a cura di A. Agazzani, Agorarte, Milano. Miniature, Smelik & Stokking Galleries, L'Aja, Rotterdam, Amsterdam.
XXIX Edizione Premio Aldo Roncaglia, San Felice sul Panaro (MO).
L'inquietudine del volto, a cura di V. Sgarbi, Bipitalia City, Lodi.

2004
Animalia, Galleria Forni, Bologna.
Sui generi, natura in posa, a cura di A. Agazzani, Galleria Le Muse, Andria (BA).
MiArt Milano, Galleria Annovi, Sassuolo.
Sui generi, natura in posa, a cura di A. Agazzani in collaborazione con la Galleria Le Muse, Andria (BA).
Galleria Primo Stato, Reggio Emilia. Artexpò Bari, Galleria Le Muse, Andria (BA).
Città, Galleria Da Vico, Torino.
Artegiovane, Promoart Pavia, Casteggio di Cantù (CO).

2003
Artexpò Bari, Galleria Le Muse, Andria (BA).
Innesti Contemporanei, Associazione Il Salotto, Milano, Galleria Vittorio Emanuele II, Milano.

2002
ArteFiera Bologna, Galleria Forni, Bologna.
Proposte, Studio Forni, Milano.
ArteFiera Padova, Galleria Tondinelli, Roma.
Giovane arte europea, in collaborazione con il Museo d'Arte Contemporanea di Pavia, Graffignana (PV).

2001
Opere, Galleria Tondinelli, Roma.
Proposte, Galleria Forni, Bologna.
Giovane arte europea, a cura di R. Bossaglia, Castello Visconteo, Pavia.

1998
Rassegna nazionale della natura morta, a cura di M.Censi, Museo Sandro Parmeggiani, Renazzo di Cento (FE)
I Nannini, Villa Caruso, Firenze.

1997
Arte Giovane, Castello delle Rocche, Finale Emilia (MO).
Recenti acquisizioni, Castello della Rocca, Cento (FE).

1996
Nicola Nannini, Davide Rivalta, a cura di R. Cresti, Palazzo delle Comunità, in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Bologna, Medicina (BO).

1995
Intersezioni, Castello delle Rocche, Finale Emilia (MO).

1994
Recenti acquisizioni della Pinacoteca Civica, a cura di F. Gozzi, Pinacoteca Civica, Cento (FE).

Prizes:

  • 2012 » Vincitrice del 1° Premio Opera Le vie dell'acqua, Chiostro della Biblioteca Oriani, Ravenna (I)
  • 2012 » Vincitrice del 1° Premio Opera Le vie dell'acqua, Magazzini del Sale, Cervia, Ra (I)
  • 2011 » Vincitrice Premio Ora, Associazione culturale Radar, San Donà di Piave, Ve (I)
  • 2008 » Cammina con l'Arte: Vincitrice del Primo Premio Stonefly, nell'ambito della mostra dall'Accademia alla Fornace, Fornace di Asolo, Tr (I)
  • 2008 » Vincitrice di tre Premi speciali per la Sezione Scultura, Premio Arte Laguna, Fondazione Benetton, Palazzo Bomben, Treviso (I)
  • 2007 » Vincitrice di due Premi Speciali, Premio Arte Laguna, Museo di Santa Caterina, Treviso (I)
  • 2006 » Pagine Bianche d'Autore, Premio e Segnalazione Giuria per il Veneto, (I)
  • 2006 » Il Giardino delle Forme, Premio Arturo Martini, Scultura Veneta Contemporanea, chiostro della chiesa di S. Francesco, Treviso (I)

Alessandra Redaelli

Dolores nagatani. Il canto mistico della terracotta.

Ho conosciuto Dolores nagatani un anno fa, quando ho avuto la fortuna di curare una sua mostra. Ne avevo ben presente il lavoro, ma entrare in contatto con lei è stato fondamentale per capirne la portata. Quella mostra – e più in profondità quell'incontro – è stata un'esperienza artistica e mistica nella stessa misura. Mistica nel senso più ampio. Dolores possiede una fede religiosa tenace e ne ha fatto un punto centrale della sua vita. Ma non è così semplice. Il misticismo che emana dalle sue opere va al di là di questo. Al di là dell'iconografia di una – pur potentissima – Via Crucis. Quello che si respira davanti alle terrecotte sofferenti, estenuate, straziate da ferite che nessun chirurgo potrà mai suturare, è il risultato di un dialogo intenso e profondo che l'artista intrattiene con se stessa fin da giovanissima, di una sua personale ascesi che il miracolo della creazione artistica le consente di condividere con noi e che noi avvertiamo limpidamente davanti al suo lavoro. Donna di sensibilità finissima, capace di straordinaria empatia di fronte alla sofferenza – come se il suo nome l'avesse in qualche modo predestinata – si è dedicata all'arte, all'inizio, per sublimare un dolore in un suo dialogo personale con la materia e con il destino. Così personale da fare sì che per vent'anni (vent'anni!) le sue terrecotte restassero solo sue, una sorta di diario segreto. Poi però, piano piano, quel dialogo si è allargato. Semplicemente qualcuno le ha fatto capire che la sua voce andava oltre, che poteva – doveva – essere condivisa. E quella sorta di discorso privato si legge tra le righe soprattutto nei primi lavori: corpi emaciati, contorti dal dolore, e visi rivolti al cielo. Se all'inizio la materia era lisciata, domata, resa in qualche modo più "gradevole", con il tempo Dolores ha trovato nelle scabrosità della terracotta, nella sua intrinseca ruvidità, la propria voce più autentica. Ecco allora il periodo dei torsi, figure quasi astratte dove la materia si spalanca in ferite strazianti, stratificate, spesso rafforzate da cromatismi sanguigni. Le opere più recenti, oggi, raccontano invece il cammino dell'umanità in fasci di figure erranti. Piccole o grandissime, raccolte in folle o in gruppi sparuti, caparbiamente orientate verso un unico punto o sperdute, ma sempre con lo sguardo rivolto al cielo in una muta, struggente preghiera. Al contempo, negli anni, l'artista è andata sempre più riducendo il dato reale a favore di una stilizzazione estrema. Il corpo non è più che una striscia di materia, il viso è ora solo una mezzaluna; in un togliere e semplificare che l'ha portata a svelare l'essenza, a scolpire l'anima. Solo la voce appare immutabile nella sua preghiera, mentre la terracotta, ancora, a tratti si spalanca, spezza la continuità, si apre in ferite ruvide, che solo il canto mistico – forse – potrà guarire.

Video by ANNALÙ

SELECTED WORKS